fbpx
Susanna Agnello
Susanna Agnello

Laurea con lode presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia le scotte di Siena in Dietistica. Laurea Specialistica/ Magistrale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia in Scienze della Nutrizione Umana presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi, Firenze.

Psoriasi: i benefici di una dieta su misura

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

La psoriasi è una patologia infiammatoria che coinvolge nella maggior parte dei casi alcune aree specifiche della pelle.

Visivamente si può osservare la presenza di placche più o meno estese con scaglie.

I segni clinici sono ben visibili e questo incide sull’aspetto estetico, motivo per cui i soggetti si trovano in imbarazzo nell’affrontare questa malattia.

Le cause sono ancora oggetto di studio, ma sicuramente è un mix di problematiche che convergono e ne causano la patologia.

È però evidente che alcuni comportamenti che prevedono un consumo esagerato di alcool oppure il fumo sono fattori negativi che agevolano la presenza di psoriasi.

Cosa si può dire in merito alle scelte alimentari?

psoriasi_ dieta su misura

La relazione dieta-psoriasi è molto stretta e può addirittura prevenire oltre che migliorare lo stato patologico.

La dieta ideale dovrebbe essere ipocalorica per evitare di ritrovarsi con un peso corporeo inadeguato esponendo il soggetto ad un ulteriore rischio.

Uno studio ha evidenziato che l’utilizzo dell’olio ottenuto dai semi di mirtilli può alleviare i sintomi grazie alle sue proprietà.

Si può consigliare di seguire un regime alimentare che prevede il consumo di legumi, frutta, pesce e verdura in buone quantità.

Mentre gli alimenti che non sono affatto consoni e quindi da evitare o comunque da ridurre sono i salumi, le carni rosse, i formaggi stagionati e le fritture.

Possiamo aggiungere alla lista degli “alimenti pro-psoriasi” tutti quelli che si caratterizzano per l’elevata presenza di un acido grasso specifico, l’acido arachidonico molto noto per il suo potere pro infiammatorio.

Ma si possono menzionare anche la cioccolata, il caffè ed il pepe il cui utilizzo va ridimensionato.

Bisogna riportare una considerazione molto importante in merito alla vitamina Din situazioni di malattie della pelle è molto frequente riscontrare casi in cui ci sono bassi livelli di vitamina D.

Quindi è doveroso ricorrere all’uso di supplementazioni esterne per cercare di minimizzare il deficit.

In definitiva i modelli alimentari adeguati che più soddisfano i requisiti sopra descritti sono proprio la dieta mediterranea o in alternativa quella vegetariana.

In aggiunta a quanto specificato per l’alimentazione, anche l’attività fisica può giovare al miglioramento del soggetto.

Articoli Correlati

acqua e limone attiva il metabolismo?

Acqua e limone attivano il metabolismo?

Sulle proprietà di questa bevanda si legge tutto e il contrario di tutto. Una corretta idratazione è fondamentale per l’organismo, pertanto iniziare