Menopausa e sintomi: esiste una dieta su misura?

con Nessun commento

La menopausa è una condizione fisiologica legata ad una sorta di “cambiamento individuale” che affligge le donne quando raggiungono all’ incirca i 50 anni.

Si caratterizza per la presenza di numerosi sintomi tipici e facilmente distinguibili che causano disagi fisici e psichici.

Nella lunga lista dei sintomi rientrano le vampate di calore e sudorazioni, in modo particolare durante la notte, un costante senso di stanchezza, uno stato di depressione nonché ansia e palpitazioni.

Compaiono anche problematiche quali secchezza della pelle, dolori articolari e muscolari e disturbi dell’apparato urinario.

Questa situazione non è affatto semplice, infatti comporta una serie di rischi che derivano proprio da un deficit di estrogeni.

Come conseguenza diretta vi è l’aumento della probabilità di insorgenza di malattie quali tumori, patologie cardiovascolari, osteoporosi ed altre.

Dal punto di vista dell’alimentazione, esiste una dieta su misura per aiutare le donne a superare al meglio questa fase critica?

 

Come sempre l’alimentazione è una nostra alleata quindi avrà sicuramente delle soluzioni!

Innanzitutto tra i principali sintomi si parlava proprio di vampate e sudorazioni, come possiamo alleviare questo disagio?

Fondamentale risulta la presenza di manganese nella dieta quindi si consiglia il consumo di cereali integrali e semi di girasole.

Ma allo stesso tempo si sconsiglia di consumare bevande calde poiché questo può amplificare la sensazione di caldo per cui meglio preferire una bevanda rinfrescante darà sicuramente sollievo!

Dai diversi studi condotti in merito, si raccomanda di preferire i legumi in modo particolare piselli e fagioli secchi.

Includere nella dieta anche i formaggi per garantire una risorsa di calcio.

In aggiunta si esortano le donne alla scelta di cibi che contengono la vitamina C quali peperoni, kiwi ed agrumi.

Importante la presenza di vitamina D, E ed il selenio mediante i broccoli ed il pesce.

Si può suggerire di non fumare ed evitare inopportuni consumi di alcool.

La situazione potrà ulteriormente migliorare se si aggiunge alle corrette scelte alimentari anche l’attività fisica praticata moderatamente.

Lascia una risposta